LA SPOLETONORCIA

cenni-storici

STORIA

La S.S.D. La SpoletoNorcia in MTB è il soggetto promotore del piu grande evento sul cicloturismo del Centro-Sud Italia. La nostra filosofia è promuovere il territorio umbro, e in particolare Spoleto e la Valnerina attraverso un percorso ciclistico che insiste sul quello che fu il percorso della Vecchia Ferrovia dei primi del ‘900.

 

Un’ esperienza sensoriale che incontra i 5 sensi, come i suoi percorsi ciclabili, in grado di regalare momenti ed eventi per sportivi, famiglie, turisti in arrivo in Umbria. In 7 anni abbiamo avuto piu di 18 mila partecipanti a cui abbiamo regalato emozioni, valori, conoscenza e sostenibilità.

 

La S.S.D. La SpoletoNorcia in MTB è la sola e vera #GreatExperience

SPORT E SALUTE

Per la S.S.D. La SpoletoNorcia in MTB lo sport è visto come elemento caratterizzante di una vita sana, di un alleato del benessere e fattore di prevenzione del 70% delle malattie croniche.

 

Lo sport e in particolare la bicicletta sarà la protagonista di un mondo possibile, quello della mobilità sostenibile e dell’impatto zero sull’ambiente.

EVENTI

La SpoletoNorcia in mtb è un contenitore di eventi, circa 30, che nel primo week-end  del mese di settembre “colora” Spoleto e la Valnerina di amanti della natura, dello sport, della vita sana e del vivere insieme.

NUMERI

Da 7 anni organizza l’evento piu partecipato sul cicloturismo del Centro Italia. In 18 mila provenienti da tutta Italia e dall’estero hanno percorso la Vecchia Ferrovia per vivere un’esperienza indimenticabile.

 

La AD Spoleto Norcia è conscia che diffondere corretti stili di vita sia l’obiettivo primario di chi crede nel futuro delle nuove generazioni.

CUSTODI DELLA STORIA.
TUTTO NASCE DA UNA VECCHIA FERROVIA

La S.S.D. La SpoletoNorcia in MTB è  custode della Vecchia Ferrovia Spoleto Norcia, un raro esempio di infrastruttura abbandonata ma mai dimenticata dalle popolazioni dell’Umbria sud-orientale, che all’inizio dello scorso secolo trovarono in essa l’unico modo per collegare la zona di Norcia e le vicine Marche, con Spoleto e Terni. Un perfetto connubio tra storia, memoria, tradizioni, natura, ingegno umano, sport e turismo. Un’opera definita un “capolavoro di ingegneria ferroviaria”, conosciuta anche come “il Gottardo umbro”, che oggi punta a diventare un volano di primaria importanza per l’economia dei territori che tocca.

51 KM TRA VIADOTTI E GALLERIE…

Per le sue caratteristiche plano-altimetriche la ferrovia Spoleto-Norcia può definirsi una ferrovia alpina e rappresenta un piccolo gioiello di ingegneria ferroviaria.  Lungo il percorso relativamente breve di 51 chilometri vennero costruite ben 19 gallerie, con quella di valico nei pressi di Caprareccia di quasi 2 chilometri, e 24 ponti e viadotti ingegneristicamente avveniristici e di grande pregio architettonico, con vari tratti di linea elicoidali, simili a quelli che si trovano spesso nelle ferrovie svizzere, e pendenze fino al 45 per mille nel tratto tra Spoleto e la valle del fiume Nera; per queste ragioni era chiamata anche il Gottardo dell’Umbria. Per ragioni di economia venne armata con rotaie tipo Vignole da 18 kg per metro lineare. Lo scartamento ridotto di 950 mm fu adottato principalmente per contenere il raggio di curvatura in molti tratti del percorso: in tal modo le spese di realizzazione furono mantenute più basse di quelle che si sarebbero dovute sostenere nel caso dello scartamento ordinario, a prezzo però di una notevole tortuosità del tracciato.

STAZIONI & FERMATE FACOLTATIVE

Stazioni:

Spoleto Ferrovia Stato – Spoleto Città – Caprareccia – Sant’Anatolia di Narco – Piedipaterno – Vallo di Nera – Borgo Cerreto – Triponzo – Visso – Serravalle – Cascia – Norcia

 

Fermate facoltative:

Castel San Felice – Biselli – Villa di Serravalle

 

LA SN NEL TERRITORIO UMBRO

CICLOVIE/  BREVI INFO SU CICLOVIA ASSISI – SPOLETO

SPOLETO – NORCIA – VALNERINA